Nintendo sulla richiesta di divulgazione delle drop rates sulle loot boxes nei giochi Switch

Nintendo ha rilasciato una dichiarazione riguardo le loot boxes, argomento già discusso qualche mese fa e considerato illegale in alcuni paesi: continua a leggere per saperne di più!

Nei videogiochi viene definito loot box il meccanismo che permette ai giocatori di acquistare un’estrazione di oggetti utilizzati nel gioco (armi, skin, mappe ecc.), qual è la probabilità di ottenere un dato oggetto? Rimane un mistero. È il caso di Pocket Camp, che permette degli acquisti in-game, senza la certezza di ottenere ciò che si desidera, e senza nemmeno sapere quale sia la probabilità di ottenere un dato oggetto, ovvero senza conoscerne la drop rate (basti pensare ai biscotti della fortuna). Secondo alcuni paesi, come la Netherlands Gaming Authority questo potrebbe però violare le leggi sul gioco d’azzardo in Olanda. L’ente ha analizzato il funzionamento delle loot boxes in dieci videogiochi che offrono questa funzionalità, dichiarando che quattro non rispettano le leggi locali sul gioco d’azzardo. I titoli dei videogiochi non sono stati finora divulgati. Ebbene in Belgio Pocket Camp ed altri titoli mobili ne hanno già pagato le conseguenze, leggi l’articolo dedicato per saperne di più!

Intanto, questa settimana, l’ESA ha rivelato che Nintendo, Sony e Microsoft stanno tutti adottando nuove politiche che richiedono che i giochi sulle loro piattaforme debbano rivelare i drop rates delle loot box. La Grande N ha ora rilasciato una dichiarazione sull’iniziativa.

Come condiviso da Eurogamer, Nintendo ha espresso:

“Per Nintendo è molto importante garantire che i nostri clienti possano fare scelte informate quando giocano ai nostri giochi. Nell’ambito dei nostri continui sforzi in questo settore, Nintendo richiederà la divulgazione dei drop rates nei giochi Nintendo Switch che offrono l’acquisto di oggetti virtuali randomizzati, come le loot boxes. Questo requisito si applicherà a tutti i nuovi giochi e include aggiornamenti ai giochi attuali che aggiungono loot boxes attraverso gli acquisti in-game. Offriamo anche strumenti come l’applicazione per cellulare del filtro famiglia Nintendo Switch, che consente ai genitori di scegliere ciò che è meglio per la loro famiglia, compresa la gestione degli acquisti nel gioco e l’impostazione dei limiti di tempo di gioco”.

E voi cosa ne pensate di questa scelta? Fatecelo sapere con un commento qui sotto! Altrimenti, nel caso foste interessati a scoprire altri aggiornamenti e a rimanere al passo sul mondo di Animal Crossing continuate a visitare il nostro sito, a seguirci sui nostri canali social come la Pagina Facebook o l’account Telegram e iscrivetevi al nostro forum!

Fonte: #1.
Pubblicato da Albeh. Aggiornato da Albeh.
Pubblicato in: Mondo Nintendo.

Commenta l'articolo!

Cosa ne pensi dell’articolo che hai appena letto? Sentiti libero di dire la tua, lasciando un commento qui sotto.
Prima di farlo, però, assicurati di aver letto il regolamento della nostra Community: ricordati che ogni contenuto da te pubblicato potrà essere soggetto a moderazione.

Risposte presenti nella discussione sul nostro Forum